La “Palma di Goethe” …e non solo

La "Palma di Goete"

Durante la visita all’Orto Botanico sono diverse le “antichità” che si possono trovare. Fino al 1984 viveva un Vitex agnus-castus la cui presenza è riferita sin dal 1550, ma che, forse, era già presente in precedenza in quanto usato dai Benedettini che ritenevano avesse proprietà anafrodisiache. Piantata nel 1585, vive ancora nella sua serra la Palma di S.Pietro. Pianta più antica vivente nell’orto ed è meglio conosciuta come “Palma di Goethe” in quanto il poeta tedesco nel 1786 la studiò ed espresse la sua intuizione evolutiva nel saggio del 1790 su “la Metamorfosi delle Piante”.  E’ situata nella sua serra all’interno dell’Hortus  Sphaericus dove vivono anche altre piante importanti come il Ginkgo Biloba e la Magnolia Grandiflora risalenti al 700 e ritenuti i più antichi d’Europa. Del 1680, invece, è l’enorme Platano il cui fusto è cavo a causa di un fulmine. Tra la fine del 1700 e gli inizi del 1800 vengono iniziati e terminati i lavori di costruzione dell’ Arboretum in cui sono state piantate importanti conifere e due magnolie. nello stesso Arboretum, inoltre, è stato realizzato il cosiddetto “Belvedere”: un monticello con sentieri sinuosi come in un parco all’inglese. Sempre in questa zona dell’Orto Botanico si trova la sezione del tronco di un Olmo vissuto qui fino al 1991 in cui sono evidenziati gli anelli annuali di crescita.


BOOK NOW info@diamantino.it +39 049 8752154 FOLLOW US


Venezia